Antonella Dedini

I studied at the Milan Polytechnic with Achille Castiglioni and Marco Zanuso who taught me that the only way to survive complexity is to learn to move in an interdisciplinary way, a path I sought to follow whether creating projects or teaching. I´ve always liked teaching and owe this to my very special mother who, in the Seventies, founded the first Italian school for interior design: The Interior Design Institute. Everything began with school: teaching, free-lancing and the chance to work in the editorial staff of Ottagono. Then I grew up: I opened the architecture studio, founded and directed for nine years the Master in Interior and Living Design at the Domus Academy and I´ve held workshops around the world. Vittorio, my husband, is the other half of my life. With him I discovered the countryside and good food, but more than anything, I learned to travel. Thousands of ideas continued to fuel the complexity of my work: after Growing by Numbers — those numbers on Milan skyscrapers that perhaps some will remember — I founded MiCue Milano Design. And the adventure of the Milan Design Film Festival began. Besides the vitality of the project, in which I thoroughly believe in, for me MDFF is energy and vision. Sharing all this with Silvia strengthens me and, in a word, makes me believe in a dynamic future full of stimuli.

www.antonelladedini.it

Ho studiato al Politecnico di Milano con Achille Castiglioni e Marco Zanuso che mi hanno insegnato che l´unico modo per sopravvivere alla complessitá è imparare a muoversi nell´interdisciplinarietá, strada che ho cercato di seguire sia progettando sia insegnando. Mi è sempre piaciuto insegnare e devo questo a una madre speciale che fondò negli anni Settanta la prima scuola italiana di architettura d´interni: l´Interior Design Institute. Dalla scuola è partito tutto: l´attivitá didattica, la libera professione e l´occasione di lavorare nella redazione di Ottagono. Poi sono diventata grande: ho aperto lo studio di architettura, ho fondato e diretto per nove anni il Master di Interior and Living Design alla Domus Academy e ho tenuto workshop girando il mondo. Vittorio, mio marito, è l´altra metá della mia vita. Con lui ho scoperto la campagna e il buon cibo, ma soprattutto ho imparato a viaggiare. Le mille suggestioni continuano ad alimentare la complessitá del mio operare: dopo Growing by Numbers — quei numeri sui grattacieli di Milano che alcuni forse ricorderanno — ho fondato MiCue Milano Design. Ed è iniziata l´avventura di Milano Design Film Festival. Oltre alla vitalitá del progetto, in cui credo moltissimo, MDFF è per me energia e visione. Condividere tutto questo con Silvia mi rafforza e, in una parola, mi fa credere in un futuro dinamico e pieno di sollecitazioni.

www.antonelladedini.it


Silvia Robertazzi

Let´s start from the end. At this point, here I am, a partner in MiCue Milano Design. Finally, I´m working independently and following a project that I believe in 100%: MDFF. Thanks Antonella for wanting me on board. And before? For 13 years, I was the managing editor of various publications: Case da Abitare, AtCasa.correre.it, Casamica. And, before that, I constructed a career as a professional journalist: Elle Decor, Io Donna and Casa Vogue to mention the significant stages. Anyhow, all this sprang from my original passion: Contemporaneousness. In fact, I got my degree in Art History — my mum´s great passion and here I thank her publicly — with a thesis on the Thirties in Milan. I was born and educated in this city, live here with my adorable dachshund Minni, and my dearest friends are here. Others are all over the world. Knowing that when I travel, I will sometimes find a friend waiting for me, opens my heart.
Partiamo dal fondo. Ora sono qui, partner di MiCue Milano Design. Finalmente lavoro per me e seguo un progetto in cui credo al 100%: MDFF. Grazie Antonella di avermi voluta a bordo. E prima? Ho fatto per 13 anni il direttore di giornali: Case da Abitare, AtCasa.correre.it, Casamica. E ancora prima mi sono costruita una professione da giornalista: Elle Decor, Io Donna, Casa Vogue per citare le tappe significative. Tutto comunque nasce da una passione originale: la contemporaneitá. Mi sono infatti laureata in Storia dell´arte — grande passione di mia mamma che ringrazio pubblicamente — facendo una tesi sugli anni Trenta a Milano. In questa cittá sono nata, ho studiato, vivo con il mio adorato bassotto Minni e ho i miei amici più cari. Altri sono in giro per il mondo. Sapere che quando sono in viaggio, qualche volta posso trovare un amico che mi aspetta, mi apre il cuore.